I TUOI DATI

Porte Ospedaliere

Porte Ermetiche

Ponzi PSE

Porte Ospedaliere

Porte Ermetiche

Ponzi PSE

Porte Ospedaliere

Porte Ermetiche

Ponzi PSE e ALU

Porte Ospedaliere

Porte Ermetiche

Ponzi PSE

scorrevole ermetica in laminato

scorrevole ermetica in laminato

La porta Ponzi PSE – L, Porta automatica scorrevole a tenuta ermetica è progettata e prodotta per la specifica installazione in ambienti operatori, terapia intensiva, diagnostica, laboratori di ricerca, sale bianche. La porta è complanare e risolve perfettamente problemi di asepsi, igiene e resiste alla pulizia da disinfettanti. Il pannello – anta è intelaiato con speciali profilati in lega di alluminio con sezione da mm 60, arrotondati, finiti con trattamento di ossidazione anodica ed ha speciali guarnizioni di tenuta in mescola (Neo) Dutra,l antiacida ed antielettrica. Può essere realizzato con finiture in vari materiali come, laminati plastici HPL (Abet) finitura 6, lastre in PVC e/o gamma di rivestimento. La porta Ponzi PSE – L ha grande versatilità; le differenti tipologie di finiture, colori e decori permettono la produzione di porte di formato diverso, soddisfacendo le più diverse esigenze di applicazione. Il pannello può essere fornito di visiva complanare, composta da due vetri stratificati si sicurezza con dimensioni standard unificate 400 x 600 mm UNI 7172. Il maniglione di apertura è completamente in acciaio inox con sistema a leva. A terra sono posizionati appositi pattini con doppio cono sfalsato in apertura, e cono singolo in chiusura in materiale plastico montati su piastra in acciaio inox per un perfetto scorrimento e guida dell’anta.La porta scorrevole Ponzi PSE – L è realizzata su misura dal cliente, nella classe a tenuta ermetica sui quattro lati perimetrali, la cui ampiezza di apertura varia da 800 a 1800 mm. Il movimento è scorrevole per una razionalizzazione dello spazio occupato ed uno spostamento d’aria fortemente ridotto, con limitazione alle turbolenze. L’anta mobile, apribile a scorrimento durante il normale funzionamento della porta, in fase finale di chiusura ottiene la tenuta ermetica sul profilo perimetrale del vano, grazie ad un movimento combinato di scorrimento e traslazione verticale. Le guarnizioni vengono sigillate contro il telaio ed il pavimento della porta, che si chiude uniformemente a 45 ° sfruttandone il peso. Il maniglione di apertura è completamente in acciaio inox con sistema a leva.

L’automazione Ponzi versatile e silenziosa, movimenta un’anta di peso massimo di 180 kg, mentre per ante di peso maggiore fino a 250 kg. viene usata la tipologia PSE MAX. L’automazione è composta da un motoriduttore elettrico, con Encoder a 2 canali, che ne rileva la posizione, la velocità e l’accelerazione, in funzione del peso delle ante. L’ alimentazione è di 220V, 50 Hz, con funzionamento a corrente continua 24 V. Il sistema di antischiacciamento elettronico, in chiusura ed apertura, a triplo controllo integrato risponde ai dettami delle vigenti normative. Il sistema di trasmissione è a cinghia dentata in neoprene rivestito di materiale anti-usura e anti – attriti, rinforzato con inserti di fibra in vetro/kevlar. La robusta rotaia di scorrimento e sostentamento delle ante, in profilato estruso di alluminio, è idonea alla traslazione verticale ed in profondità, nella fase finale di chiusura dell’anta. I carrelli di sostentamento ante (2 per ogni anta) hanno il corpo in acciaio e le ruote realizzate in materiale sintetico con ampio diametro, a cui si aggiunge una ruota inferiore antibeccheggio e antiscarrucolamento. La porta ermetica Ponzi Ponzi PSE – L è completa di sensori di sicurezza e pulsanti di apertura, appositamente studiati per l’uso in ambito ospedaliero, che ne completano la funzionalità e l’efficienza.. E’ possibile inoltre utilizzare pannelli con schermo RX in lamine di piombo da mm 1 – 2.


Le porte sono conformi alle norme CE
• Direttiva Macchine ( 89/392/CEE): recepita in Italia con DPR 459 del ‘96.
• Direttiva Bassa Tensione (73/23/CEE): recepita in Italia con la legge 791 del ’77, modificata dal D.Lgs. 626 del ’96.
• Direttiva Compatibilità Elettromagnetica (89/366/CEE): recepita in Italia con D.Lgs. 476 del ’92, modificata dal D. Lgs. 615 del ’96.

TOP